Bitcoin ha avuto uno dei suoi Octobers più performanti della storia dopo una breve mossa sopra i 14.000 dollari al suo 12° compleanno nel fine settimana.

Il principale asset digitale al mondo ha raggiunto il suo prezzo più alto dal gennaio 2018 con un breve picco di 14.100 dollari durante il trading del sabato. Il movimento è avvenuto in pochi minuti e non è durato a lungo in quanto i prezzi si sono ritratti nella zona dei 13.750 dollari durante la sessione di trading asiatica di lunedì.

Un mese enorme in ottobre

Alcuni analisti del settore hanno osservato che la grande candela verde di chiusura del mese di ottobre è stata molto vicina a battere il più alto mai registrato nel dicembre 2017. L’analista tecnico Peter Brandt ha detto che questo è stato molto rialzista dal punto di vista istituzionale:

„Il prezzo di chiusura di Bitcoin in ottobre è stato entro i dollari della chiusura mensile più alta di sempre. Perché i prezzi mensili sono importanti? Perché la valutazione di fine mese è il modo in cui i partecipanti istituzionali valutano le loro partecipazioni e i loro investimenti“.

Con l’indebolimento delle valute fiat in tutto il mondo, mentre le banche centrali continuano a stampare per mantenere a galla le loro economie, il Bitcoin matematicamente finito continua a rafforzarsi.

Il fornitore di analisi on-chain Unfolded ha monitorato i rendimenti mensili nell’ultimo decennio, registrando un guadagno del 28% per l’ottobre 2020.

Sei degli ultimi nove nove novembre hanno portato a guadagni per BTC, quindi lo slancio rialzista potrebbe continuare.

Dove andiamo ora per Bitcoin?

I trader hanno setacciato le classifiche per il prossimo grande passo in avanti che arriverà quando Bitcoin potrà chiudere oltre i 14 mila dollari e trasformare questa resistenza in supporto.

Una volta che ciò accade, c’è poco da fare per fermare l’asset al di sopra dei $16k prima di raggiungere un nuovo massimo storico nel 2021 secondo un analista;

Il trader Josh Rager ha avvertito che ci saranno correzioni e ritiri nel mercato dei tori e che non sono rari i ritiri del 30%.

„Un’altra forte chiusura settimanale in un arco di tempo elevato. Detto questo, lasciate che i „salti“ arrivino. Non dovrebbe sorprendere chiunque sia stato in questo mercato quando accadrà. Bitcoin ha avuto 9+ ritiri di almeno il 30% dell’ultimo mercato dei tori. Ma a lungo termine, sappiamo dove andrà a finire (in salita)“.

Una correzione del 30% dal top del fine settimana riporterebbe i prezzi di BTC a 9.800 dollari, ma questo non sembra accadere al momento, dato che i guadagni superiori a 13.000 dollari sono ancora in corso.

La mossa ha spinto la capitalizzazione totale del mercato cripto ai livelli di aprile 2018, che secondo Tradingview.com ha superato nuovamente i 400 miliardi di dollari. Gli Altcoin sono in gran parte in rosso nell’ultima settimana ed è il loro fratello maggiore a guidare i mercati al momento.